KXIP vs KKR Live Score

Arriva nelle sale italiane "La Torre Nera", trasposizione cinematografica della saga letteraria di Stephen King.

Nel 2010 i diritti sono passati alla Universal, che li ha affidati al regista Ron Howard e allo sceneggiatore Goldsman per sviluppare insieme almeno tre film per il cinema e una serie televisiva divisa in più stagioni (con tanto di date di debutto fissate per il 2013e l'attore Javier Bardem scritturato per la parte del protagonista). Peccato perché il regista a cui alla fine è stato affidato, il danese Nikolaj Arcel, che veniva da un precedente film molto apprezzato (Royal Affair, 2012) e che qui prova a confezionare il residuo di una intricata serie di romanzi uscita fuori dalla mente malata di Stephen King, riducendola ad un film patinato per famiglie e adatto a tutti, a chi ha letto e a chi no, a chi ha vent'anni e a chi ha raggiunto la terza età.

Quello che non sfugge all'occhio dell'attento osservatore, sono ben due sorprese nei trailer rilasciati da Sony: i palloncini di IT e l'Overlook Hotel di Shining.

Nonostante le buone performance attoriali, però, La torre nera si rivela una pellicola artificiosamente oscura, piena di lacune nella sceneggiatura e di sospensioni nel ritmo della narrazione, sempre interrotta, deviata, snaturata e, quindi, lontana dalla sua magica radice. Tom Taylor è invece il ragazzino (Jake Chambers) che scopre di avere un ruolo tutt'altro che secondario nella guerra fra Bene e Male. Jake disegna ciò che vede negli incubi e cioè un pistolero, un uomo vestito di nero, una torre e delle persone morte, ma interpretare ciò non sarà semplice neppure per lo specialista. Il suo malessere giunge nel sonno, per tormentarlo con incubi così reali, vivi e terribili, apocalittiche visioni di un presente parallelo, dove le urla dei bambini dotati di poteri psichici vengono convogliate da grotteschi macchinari per concentrarsi in letali flussi di energia diretti verso la Torre Nera, caposaldo posto al centro dell'universo il cui potere impedisce agli inferi di scatenarsi sui mondi da essa protetti.

Ieri, sabato 12 agosto, La Torre Nera ha incassato altri 200 mila euro, ed ora il film diretto da Nikolaj Arcel viaggia con un parziale di 540 mila euro in tre giorni.

La Torre Nera è una serie di romanzi che mischiano il genere fantasy a quello della fantascienza, dell'horror e del western.

Con questa frase ha inizio l'immensa avventura di Roland Deschain (e dello stesso King), ultimo esponente dell'ordine dei pistoleri.


COMMENTI