KXIP vs KKR Live Score

Si conclude nel peggior modo possibile la carriera di Usain Bolt.

Per una volta non apriamo coi risultati degli azzurri, ma l'occasione merita: la giornata odierna si chiudeva con l'ultima gara della carriera di un campionissimo come Usain Bolt, che contava sull'oro odierno per agganciare il record di medaglie di Merlene Ottey (14 podi mondiali), e invece chiude con un infortunio che ha fatto venire le lacrime ai suoi connazionali e ai suoi sostenitori. Il campione aveva trascinato in finale il quartetto caraibico, che aveva vinto la seconda semifinale con il tempo di 37 " 95 davanti a Francia (38 " 03) e Cina (38 " 20). La medaglia d'oro è andata alla Gran Bretagna con il tempo di 37 " 47, l'argento agli Stati Uniti (37 " 52). Dopo dieci trionfi consecutivi nei 5000 e 10000 metri sia nei Giochi Olimpici che nei Mondiali, si spezza l'incantesimo anche di Farah, intrappolato dalla strategia degli atleti africani. La Giamaica ci prova nelle prime tre frazioni, ma una volta passato il testimone al più veloce di sempre, quest'ultimo cade, segno di una condizione tutt'altro che impeccabile. Secondo posto per la statunitense Harper Nelson (12 " 69), terzo per la tedesca Pamela Dutkiewicz (12 " 73).

Nelle finali di giornata, sorprese miste a certezze: l'alto femminile va alla Kuchina (2.03), che precede l'ucraina Levchenko e la polacca Licwinko, la 4×100 femminile agli USA su Gran Bretagna e Giamaica. Un risultato deludente, considerando anche che Libania si era limitata alla staffetta evitando di correre la gara individuale, ma questa prestazione è pienamente in tono con l'Italia "ai minimi termini" vista in questi Mondiali. Vedremo se Kevin Mayer saprà superarsi ulteriormente nel decathlon.

Gara dagli alti contenuti, seppur non ai livelli di quelle a cui abbiamo assistito più volte quest'anno, quella del lancio del giavellotto uomini: il primatista stagionale, il tedesco Johannes Vetter, scaglia l'attrezzo fino agli 89.89 metri, lasciandosi dietro i due atleti della Repubblica Ceca Jakub Vadlejch (89.73) e Pietr Frydrich (88.32).


COMMENTI