KXIP vs KKR Live Score

Tuttavia il ministero della Salute precisa: "Le autorita' sanitarie hanno sequestrato in Italia alcuni prodotti provenienti da un'azienda francese che aveva usato le uova di uno degli allevamenti olandesi coinvolti nell'uso del fipronil".

Due dirigenti dell'azienda olandese Chickfriend, di Barnveld, sono stati intanto arrestati nel quadro dell'inchiesta sull'utilizzo fraudolento dell'insetticida fipronil nell'allevamento di polli.

In Italia le uova contaminte sono state importate ma non distribuite. Si tratta di 195 aziende in Olanda, 86 in Belgio, 5 in Francia e 4 in Germania.

La Food Safety Agency britannica cerca di non creare allarmismi, addolcendo un po' l'amara pillola: "Le quantità sono modeste, i rischi per la salute pubblica molto bassi - si legge in una nota - e tutti i prodotti sospetti sono stati ritirati dal mercato".

A rassicurare è il Ministero della Salute, dicendo che in Italia non sono state distribuite uova contaminate.

Come riconoscere le uova contaminate dal fipronil?

Il nostro figura, infatti, tra i 15 Paesi ad aver ricevuto uova dalle aziende coinvolte nello scandalo delle uova contaminate dal fipronil. In realtà in quest'anno sono arrivate ben 578 tonnellate di uova provenienti dai Paesi Bassi.

In realtà è assurdo che si rischi di consumare uova contaminate proveniente da altri paesi, quando già in Italia si producono quantitativi enormi di uova.

"Non è il momento di giocare a puntare il dito l'uno contro l'altro - ha detto il portavoce della Commissione Daniel Rosario - ma di un'azione decisiva, coordinata e trasparente, perché questo si aspettano da noi i cittadini europei". I controlli in Italia, "anche in considerazione delle nuove segnalazioni sul sistema di allerta comunitario che provengono da Paesi prima non coinvolti", si avvalgono della collaborazione delle autorità sanitarie regionali e dei Carabinieri del Nas.

Data l'estensione dello scandalo, la Commissione Ue ha convocato una riunione ministeriale dei Paesi coinvolti il 26 settembre, che servirà a "trarre le lezioni rilevanti" e a "migliorare il sistema", come ha spiegato la portavoce della Commissione, Mina Andreeva.

Il ministero ricorda anche che l'Italia ha una buona produzione di uova, e la provenienza nazionale è dimostrata dal marchio "IT" stampato sui gusci.

C'è da sottolineare, comunque, che sono iniziate da tre giorni le verifiche territoriali degli enti locali della Sanità e che, comunque, è stata trovata una azienda francese che ha venduto una partita di uova potenzialmente infette ad una azienda italiana produttrice di prodotti derivati. Oggi la Commissione ha chiesto alle autorità dei due paesi di smettere di scontrarsi e di collaborare a risolvere il problema.

Il fipronil è usato come principio attivo in prodotti commerciali antiparassitari per gli animali da compagnia, a una concentrazione di circa 9.8%, e viene spesso usato insieme al Methoprene, un repellente per pulci e zecche, usato nella concentrazione dell'8.8%.

"La situazione - afferma Giuseppe Ruocco, direttore generale della Sicurezza alimentare del ministero della Salute - è in continua evoluzione a livello europeo".


COMMENTI