KXIP vs KKR Live Score

La paura, il terrore, il dolore si sono fermati su un tratto di spiaggia libera di Terracina, in località Foce Sisto, a ridosso della bocca del fiume.

Pensionato erore muore a Terracina dopo aver salvato tre bambini. E le conseguenze sono state fatali per l'uomo, annegato prima che i soccorsi potessero arrivare. Le indagini sull'accaduto sono condotte dal comandante Alessandro Poerio: verranno raccolte le testimonianze di tutte le persone che hanno assistito alla tragedia. Il fondale in quel tratto è basso: i bambini sono stati portati a largo dalla corrente, e i soccorritori si sono tuffati proprio vedendoli in difficoltà. Soccorsi febbrili anche per R.B. di circa set- tant'anni che si è lanciata in mare e adesso si trova ricoverata in prognosi riservata nell'ospedale di Latina dove è arrivata a bordo dell'eliambulanza. Il pensionato-eroe si è tuffato con altre due persone quando, col mare mosso, ha notato il nipotino e altri due bambini in difficoltà in mare. "Gli stabilimenti circostanti avevano tutti la bandiera rossa, a segnalare il divieto di stare in acqua".

E' ancora poco chiara la dinamica che ha portato alla morte dell'uomo questo pomeriggio, intorno alle 17, nei pressi di Terracina.

I tre non riuscivano più a tornare a riva e rischiavano di annegare: la scena è stata notata da tre adulti, che hanno deciso in contemporanea di tuffarsi per cercare di salvare i bimbi. A riferirlo è la Capitaneria di Porto di Terracina: "Le condizioni fisiche dei bambini sono buone".

Il pensionato non è stato l'unico a trovarsi in difficoltà; trascinata dalla corrente anche una donna di 65 anni, residente nella capitale, finita al Goretti per una gravissima sindrome di annegamento. Un vero dramma che ripropone anche annose questioni: i tratti di spiaggia libera dove non c'è il servizio di soccorso e salvataggio e il numero striminzito dei mezzi di soccorso sul territorio nonostante l'emergenza estiva.


COMMENTI