Dire che lui non rimane per l'ambiente ostile è sbagliato. Abbiamo fatto un'offerta importante che è anche aumentata nel corso delle settimane.

Fuori dal campo non sono mancate le schermaglie tra la società e il potentissimo procuratore del ragazzo, Mino Raiola, che ha ribadito di non fidarsi della nuova proprietà: "Di chi è il Milan?".

Donnarumma subito contestato anche a Cracovia, nella notte del debbutto dell'Under 21 di Di Biagio nell'Europeo in Polonia. Se questa scelta sarà confermata, avremo perso un grande portiere ma abbiamo trovato una compattezza con i tifosi che non pensavo. "Credo ci siano poche possibilità, ma mai dire mai, le nostre porte sono aperte". Comunque Donnarumma verrà con noi in ritiro.

"Il 3 luglio inizia la nuova stagione e non vorremmo avere in rosa giocatori in scadenza che potrebbero avere troppi pensieri in testa. Se qualcuno è andato oltre, non solo mi dissocio ma condanno fortemente atteggiamenti che vanno al di là del consentito e faremo tutto quello che serve per rassicurarlo e confortarlo". Ferma condanna da parte del dirigente rossonero alle minacce di morte ricevute dal 18enne portiere napoletano: "Delle minacce mi ha parlato Raiola, io ero rimasto alle critiche feroci dei tifosi e fino a che si rimane in questo ambito mi sembra abbastanza normale".

I grandi dubbi sul closing derivanti dalla difficoltà del presidente Li Yonghong nel racimolare i capitali necessari per acquisire il Milan nei tempi concordati, i rinvii, la necessità di richiedere un finanziamento al fondo statunitense Elliot sono oggettivamente passi inusuali per chi ha l'ambizioso obiettivo di riportare il Milan nel calcio che conta così come il rinvio al prossimo autunno dell'approvazione del "voluntary agreement" presentato da Marco Fassone all'Uefa per ridefinire i paletti del Financial Fair Play per il piano di rilancio del nuovo Milan non fanno altro che innescare il dubbio sulla solidità del progetto e sulla credibilità degli interlocutori cinesi.

SOSTITUTI? PERIN POSSIBILE, SCELTE AMPIE - "Perin?". Non mi faccio però molte illusioni. "Siamo ancora nella prima fase, per stringere sui profili c'è ancora tempo".

"Raiola ha lasciato qualche piccolo spiraglio, saremmo felici se Donnarumma ci ripensasse".


COMMENTI