KXIP vs KKR Live Score

Lo ha annunciato il vescovo di Cremona, monsignor Antonio Napolioni, salutando il Papa dopo la preghiera privata sulla tomba di don Primo.

Don Primo - ha osservato Francesco - non è stato un parroco clericale ma ha dato "vita ad un vero e proprio magistero", è stato il "parroco d'Italia, la tromba dello Spirito Santo nella Bassa padana". Di questi, 9 preti anziani che sono stati in seminario con don Milani, 17 giovani sacerdoti ordinati in diocesi negli ultimi cinque anni, i parroci di Vicchio, San Donato a Calenzano e Montespertoli, il parroco nel vicariato di Vicchio ai tempi di don Milani, il Vicario generale e 2 seminaristi. "Alla carità pastorale di don Primo si aprivano diversi orizzonti, nelle complesse situazioni che ha dovuto affrontare: le guerre, i totalitarismi, gli scontri fratricidi, la fatica della democrazia in gestazione, la miseria della sua gente", ha ricordato Francesco subito prima del suo invito. Al suo arrivo a Bozzolo le campane della chiesa del paese hanno suonato a festa.

Le persone partecipanti all'incontro hanno espresso viva gioia per l'iniziativa del Papa che domani si recherà a Barbiana ed a Bozzolo per ricordare le due luminose figure di don Milani e don Mazzolari. "A voi e ai vescovi - ha detto in un passaggio precedente - dico: siate orgogliosi di aver generato 'preti così', e non stancatevi di diventare anche voi 'preti e cristiani così', anche se ciò chiede di lottare con se stessi, chiamando per nome le tentazioni che ci insidiano, lasciandoci guidare dalla tenerezza di Dio". Come ha libertà di parola e di stampa. Ad accogliere Bergoglio ci sarà anche Michele Gesualdi, presidente della Fondazione don Milani. E noi non abbiamo diritto ad aver paura della realtà! Nel suo videomessaggio il Papa non ha omesso di citare "qualche attrito e qualche scintilla, come pure qualche incomprensione con le strutture ecclesiastiche e civili, a causa della sua proposta educativa, della sua predilezione per i poveri e della difesa dell'obiezione di coscienza".

Si prepara un evento mediatico assimilabile alle fiction televisive che propinano preti detective e suore psicologhe.

Nel messaggio alla scuola italiana del 10 maggio 2014, Papa Francesco ha detto di Don Milani "La sua era un'inquietudine spirituale alimentata dall'amore per Cristo, per il Vangelo, per la Chiesa, per la società e per la scuola che sognava sempre più come 'un ospedale da campo ' per soccorrere i feriti, per recuperare gli emarginati e gli scartati". Per la popolazione e i fedeli il parroco di Vicchio allestirà dalle 8 uno schermo in chiesa a Vicchio dove seguire la visita a Bozzolo e poi il discorso del Papa trasmessi in diretta dal Centro Televisivo Vaticano. A meno che non si voglia insinuare che la legge non è uguale per tutti e che hanno sbagliato i giudici che l'hanno applicata in seguito alla denuncia per apologia di reato da parte di alcuni ex combattenti.


COMMENTI