KXIP vs KKR Live Score

Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin si sta battendo perché l'obbligo venga esteso ai bambini tra 0 e 10 anni, coprendo così l'ingresso dall'asilo alle scuole elementari.

L'obbligo di vaccinarsi produrrà "l'impossibilità di iscriversi al sistema scolastico zero-sei anni.Per la scuola dell'obbligo la mancanza di documentazione sui vaccini produrrà da parte dell'autorità scolastica sanzioni dalle dieci alle trenta volte maggiori di quelle esistenti".

"Si era creata una differenza tra vaccini obbligatori e raccomandati - spiega infatti il premier - e abbiamo sentito l'esigenza di rafforzare il numero di quelli che devono essere obbligatori". Anche i vaccini per varicella e meningococco B e C diventeranno obbligatori.

Il Cdm di questa mattina ha dato anche il via libera definitivo alla riforma degli statali targata Madia.

"Voglio ringraziare le ministre Lorenzin e Fedeli e la sottosegretaria Boschi che hanno lavorato al decreto" sui vaccini, "penso che il decreto sia una scelta importante e che qualifica l'attività del governo nel campo della protezione della salute". Ed è per questo che l'obbligo riguarderebbe non solo le quattro profilassi storiche (antipolio, difterite, tetano e epatite B) ma anche altre, come ad esempio il morbillo. "Sanzioni che venivano scarsamente applicate. Se non viene fatto interviene la sanzione". Il Premier ha spiegato anche che il nuovo piano di vaccinazione entrerà in "modo graduale", visto "il sistema sanzionatorio" e la necessità di "aggiornare e coinvolgere le famiglie".

Le disposizioni non si applicano ai minori che sono già iscritti ai nidi d'infanzia, ai servizi integrativi per la prima infanzia, alle scuole dell'infanzia al momento dell'entrata in vigore della legge. "Credo che ci sia stato un grande cambiamento culturale, quattro anni fa non avremmo potuto farlo". Stanno diventando sempre più numerose le regioni che stanno decidendo di affrontare la questione del calo della copertura vaccinale, mentre è al vaglio l'ipotesi di una legge nazionale. "Il gruppo di lavoro provinciale sulla scuola - precisa la Segretario Provinciale Veronica Cecconato - ha sottolineato l'importanza del valore del collegamento tra scuola e salute pubblica e l'obbligo vaccinale è uno di questi anelli fondamentali assieme al ripristino delle risorse necessarie per l'adeguata informazione e la prevenzione e cura dei minori".

Per le scuole dell'obbligo ci sarà una sanzione pecuniaria.


COMMENTI