KXIP vs KKR Live Score

La manifestazione sarebbe dovuta arrivare in piazza Montecitorio, davanti la Camera dei deputati ma, per la riunione dei parlamenti europei convocata in vista dell'anniversario dei Trattati di Roma, le forze dell'ordine hanno vietato quel punto di arrivo consentendo invece di giungere al Pantheon, dove sono stati svolti alcuni comizi dei sindacati. Il motivo principale dello sciopero odierno è il ritiro dei decreti attuativi della legge 107. Docenti, personale ata e lavoratori del comparto incroceranno le braccia per tutta la giornata allo scopo di protestare ancora una volta contro la legge n.107 del 2015, meglio nota come "Buona Scuola", la riforma voluta e approvata dall'ex Governo Renzi un anno e mezzo fa. Sono previste manifestazioni a Roma davanti al ministero dell'Istruzione, e in diverse città: Torino, Venezia, Bologna, Firenze, Napoli, Bari, Cagliari, Palermo, Catania. "I Cobas valuteranno le iniziative da intraprendere nei confronti di chi si è eventualmente reso responsabile di comportamenti antisindacali in occasione dello sciopero odierno, mentre ci si chiede quanto i genitori di quelle scuole erano consapevoli della carenza o assenza di vigilanza sui loro figli".

In tutta Italia la protesta ha riguardato l'insieme dei decreti attuativi, da quello per il futuro reclutamento dei docenti che delinea un infinito percorso di quasi un decennio prima di entrare nella scuola, a quello sul sostegno, che eleva gli attuali limiti di studenti (20 per classe) in presenza di studenti "disabili", mira a ridurre il numero degli insegnanti di sostegno, per delegare progressivamente tale attività all'intero personale docente; da quello che aggrava la centralità dell'"alternanza scuola-lavoro" - forma sfacciata di apprendistato gratuito e inutile- resa addirittura materia di esame alla Maturità, all'ulteriore rilievo dato agli assurdi quiz Invalsi, obbligatori per essere ammessi alla Maturità e all'esame di Terza media. Allo sciopero partecipano i sindacati Usb, Cobas, Cub, Orsa, Anief e FederAta che dalle 9.30 di questa mattina hanno iniziato con un presidio di protesta sotto al Miur di Viale Trastevere.


COMMENTI