KXIP vs KKR Live Score

Il Pil italiano ha registrato nel 2016 un aumento dello 0,9%. L'indebitamento netto delle Amministrazioni pubbliche, misurato in rapporto al Pil, è stato pari al -2,4%, a fronte del -2,7% del 2015. Il dato indicato sul Pil dal Governo per il 2016 si fermava allo 0,8%.

Secondo i dati resi noti dall'Ufficio Statistico della Serbia martedì, la crescita del PIL reale della Serbia è rallentata, attestandosi sul 2,5% annuo nel quarto trimestre del 2016, rispetto al 2,8% del trimestre precedente.

. Il governo, nelle ultime previsioni ufficiali, aveva stimato per l'anno scorso una crescita inferiore, pari allo 0,8%. Contemporaneamente si registra anche una flessione della pressione fiscale, scesa al 42,9% dal 43,3% dell'anno precedente. La spesa delle Amministrazioni pubbliche registra un aumento dello 0,6%, mentre per le Istituzioni sociali private è salita del 2,2%. Il dato di oggi è quindi superiore alle stime italiane e in linea con quelle della Ue. Gli investimenti fissi lordi sono risultati la componente più dinamica della domanda, con un incremento del 2,9%, superiore a quello del 2015 (1,6%). L'insieme delle risorse disponibili, misurate in termini di volume, è aumentato rispetto all'anno precedente dell'1,3%. Il valore ai prezzi di mercato è stato pari, infatti, a 1.672.438 milioni di euro correnti.

L'avanzo primario, cioè l'indebitamento netto meno la spesa per interessi, misurato in rapporto al Pil, è stato pari all'1,5% nel 2016, contro l'1,4% del 2015. I consumi di beni sono aumentati dell'1,8%, quella di servizi dell'1%. In termini di funzioni di consumo gli aumenti più accentuati, in volume, riguardano la spesa per trasporti (5,3%), per alberghi e ristoranti (2,9%), per abitazione (1,3%) e per ricreazione e cultura (1,2%); in diminuzione invece è stata la spesa per beni e servizi vari (-0,9%).


COMMENTI