KXIP vs KKR Live Score

"Tra dieci giorni il mondo assisterà a uno dei punti fermi della nostra democrazia - ha detto Obama -, il trasferimento pacifico di poteri da un presidente liberamente eletto a un altro".

Il nuovo inquilino si insedia il 20 gennaio in una transizione "sporcata" dai democratici e dal loro tentativo di delegittimare la vittoria di Donald Trump.

Obama ha certamente ricordato i risultati della sua lunga stagione.

Per il resto Obama ha pronunciato un discorso che è parso una messa in discussione puntuale, meticolosa, preoccupata, del prossimo presidente e dell'ideologia che lo ha mosso nella scorsa campagna elettorale. "Devono cambiare i cuori", ha detto il presidente.

"In questa città ho imparato che il cambiamento avviene solo se le persone s'impegnano e lo conquistano".

"Tutto ciò che Trump dovrà fare sarà restarsene un po' tranquillo e fare il minimo indispensabile per apparire come un essere umano, smussando il suo carattere". Qui, con un discorso toccante e segnato dalle lacrime, ha voluto dire all'America che lui c'è e ci sarà per molti anni, pronto a camminare insieme a quelli che sono stati i suoi elettori. "La democrazia è in pericolo ogni volta che la diamo per scontata", ha detto Obama, secondo cui "è arrivato il momento di prestare attenzione e ascoltare" anche coloro che hanno punti di vista diversi. Se l'economia funziona, la disoccupazione è ai minimi storici, Obama lascia nelle mani di Trump un'America in crisi d'identità. "Sei stata capace di trasformare la Casa Bianca in un luogo che appartiene a ciascuno". E una nuova generazione mira più in alto, perché ha in te il suo modello. "Hai reso orgogliosa l'America". "Hai reso orgoglioso il Paese".

Così Obama sottolinea che non accetterà mai qualunque discriminazione contro i musulmani in America.

Ma se in politica interna il bilancio è nel complesso positivo, è purtroppo in politica estera che Obama ha compiuto in questi anni i maggiori errori.

Andersen ha stimato che all'epoca le proteste all'insediamento, che si sono verificate in tutto il paese, ottennero circa 10 minuti di copertura totale su tutte le principali reti televisivi statunitensi: "Quando furono fatte vedere le immagini di manifestanti, non ci fu nessuna spiegazione sul perché".


COMMENTI