KXIP vs KKR Live Score

Intanto, stamattina è in programma la prima conferenza stampa post-elezioni, e chissà se il presidente eletto non troverà il tempo, e la voglia, di affrontare anche quest'ennesima polemica nei suoi confronti. "Informazioni personali e finanziarie compromettenti" sul presidente eletto, pubblicate integralmente da BuzzFeed, con l'avvertenza che si tratta di materiale non verificato. "Può essere una cosa positiva", spiega, ricordando come i rapporti tra Washington e Mosca siano ai minimi dai tempi della guerra fredda. È una cosa positiva. "Non so se con Putin andremo d'accordo, io lo spero proprio", ha proseguito Trump, parlando dal grattacielo di New York che porta il suo nome e ove risiede.

"Non ho nulla a che fare con la Russia - aveva però precedentemente chiarito Trump tramite Twitter -: nessun affare, né prestito, niente di niente". "Sarebbe una macchia": lo ha detto Donald Trump sul dossier degli 007 aprendo la sua prima conferenza stampa da presidente eletto degli Stati Uniti nell'atrio della Trump Tower a New York.

Il presidente eletto ha poi parlato di economica, sottolineando che "tante industrie auto torneranno a investire nel nostro Paese".

Le transazioni future delle società di Trump dovranno essere approvate da un consulente etico che sarà scelto dallo stesso Trump nei prossimi giorni.

Via l'Obamacare, sì al muro con il Messico - Riguardo all'Obamacare, la riforma sanitaria fiore all'occhiello dell'amministrazione americana uscente, sarà "abrogata e sostituita simultaneamente" ha dichiarato Trump.

Ciò che sappiamo per certo, sinora, di questo dossier è che: i servizi americani lo hanno diffuso perché lo ritengono stranamente "credibile"; sia Donald Trump sia il convitato di pietra Vladimir Putin lo ritengono al contrario "infondato"; era stato commissionato per uscire durante le primarie del partito repubblicano; è stato redatto da un ex agente britannico e poi passato all'FBI; al momento, non contiene accuse provate. "Sono sempre circondato dagli uomini della sicurezza e dico sempre a tutti di stare attenti e di essere prudenti per evitare spie e telecamere". Infine, ha ribadito che la costruzione del muro di frontiera con il Messico inizierà il prima possibile, e che rimane convinto che il Messico rifonderà i costi di costruzione, attraverso un pagamento diretto oppure con nuove imposte. "Vi prometto che sarà abrogata e sostituita nello stesso giorno, nelle stesse ore in cui salirò come presidente". "Vorrei fare i complimenti ai giornalisti in sala, ho grande rispetto per la libertà di stampa" ha detto ancora il Presidente USA. "Potremmo aspettare un anno, un anno e mezzo, ma non voglio", ha aggiunto, precisando: "il Messico ci rimborserà. Questo accadrà in qualche modo, sotto forma di tasse o di pagamento, ma accadrà". Secondo CNN una ragione della comunicazione è stata la consapevolezza che i contenuti del documento circolavano già negli ambienti politici e giornalistici americani, e che Trump e Obama dovessero esserne informati.


COMMENTI