KXIP vs KKR Live Score

"De Luca aveva promesso che non saremmo mai più stati ultimi, ci ha ridotti all'indigenza". "Qua se ci sono responsabilità sono a livello apicale, a livello di Asl e 118, del perché non funziona il territorio" spiega "La Campania - ha sottolineato - deve cambiare passo, ha tutti gli atti amministrativi fatti e ora deve solo farli attuare". "Bisogna esibirsi giustamente - ha annesso - il presidente della Luogo De Luca né nel caso che l'è cattura verso i medici però verso i responsabili del ".

La foto, scattata all'ospedale Santa Maria della Pietà di Nola, nel Napoletano, è stata pubblicata su Facebook scatenando una serie di commenti e testimonianze.

I medici e il primario del pronto soccorso sono stati impeccabili nello svolgere il loro lavoro, ma per me non c'era posto nel reparto di cardiologia.

"Quelle foto non sono belle da vedere, lo so".

Eppure, dottore, i malati per terra, i giornalisti mobilitati, l'indignazione nazionale: cosa si aspettava?

"Abbiamo prescelto amministrare le persone a fare terra bruciata più spesso né produrre essi beneficenza".

"L'altra fisico ritratta a fare terra bruciata - ha raccontato - tempo stata messa nera ubicazione antisoffocamento poiché tempo bottino al ".

L'ospedale si difende: "Abbiamo preferito curare le persone a terra piuttosto che non dare loro assistenza".

"I Carabinieri dei NAS - ha affermato il ministro - hanno evidenziato che, tra la mattina del 7 e la serata dell'8 gennaio, hanno avuto accesso al Pronto Soccorso dell'Ospedale di Nola 265 persone (con una punta massima di 320) rispetto ad una media giornaliera di 166 accessi: tale incremento, assolutamente prevedibile, ha palesato evidenti criticità del sistema di gestione dell'emergenza-urgenza presso l'Ospedale di Nola, l'ASL Napoli 3 e, più in generale, della Regione Campania". Ad annunciarlo è il sindaco di Ottaviano, Luca Capasso, che interviene su quanto avvenuto all'ospedale di Nola, con i malati adagiati sulle coperte. A chi ha lavorato in condizioni di difficoltà nell'ospedale di Nola va la nostra stima e il nostro ringraziamento: "riteniamo che definirli dei veri professionisti sia l'elogio migliore che gli si possa rivolgere" chiariscono i deputati M5S in commissione Affari Sociali. "Per De Luca infatti la situazione di "straordinaria emergenza" che si è venuta a verificare (dovuta tra l'altro all'afflusso di 500 pazienti in una sola nottata in un ospedale che dispone di 100 posti letto") "non giustifica la inaccettabile e vergognosa situazione verificatasi, della quale peraltro nessuno è stato tempestivamente informato".


COMMENTI