KXIP vs KKR Live Score

I legali hanno però già sollecitato il collegio ad acquisire l'intero fascicolo processuale riguardante Guede. La Corte d'appello di Firenze ha dichiarato inammissibile la richiesta presentata dall'ivoriano Rudy Guede, unico condannato in via definitiva a sedici anni per l'omicidio della studentessa inglese avvenuto a Perugia nel 2007. La decisione all'udienza di oggi dopo circa un'ora di camera di consiglio. Rudy Guede era presente in aula. Secondo la difesa di Guede le due sentenze riportano fatti contrastanti che aprono la strada alla revisione; inoltre, secondo le difesa, se Guede uccise in concorso con altri, e Amanda Knox e Raffaele Sollecito sono stati assolti, deve essere assolto anche lui, non essendo emerse le presenze di altri soggetti nella casa. Così, uscendo dall'aula, l'avvocato Tommaso Pietrocarlo, difensore di Rudy Guede, ha commentato coi giornalisti la decisione della corte di appello di Firenze. "A nostro avviso l'incompatibilità c'è ed è piuttosto evidente e la revisione andava ammessa".

La Cassazione, nelle assoluzioni di Knox e Sollecito, "dice - ha proseguito il difensore - però che questo non è".

Si erano opposti all'ammissione della richiesta di revisione il sostituto procuratore generale Giancarlo Ferrucci e i legali della famiglia di Meredith Kercher, avvocati Vieri Fabiani e Francesco Maresca. L'ivoriano è stato quindi condannato a 16 anni di reclusione (che sta scontando a Viterbo, dove ha già usufruito di diversi permessi premio) con condanna passata in giudicato, mentre gli altri due giovani sono stati definitivamente assolti dalla Cassazione.

La richiesta di revisione presentata dall'ivoriano Rudy Guede, condannato a 16 anni per l'omicidio di Meredith Kercher, è stata "inammissibile" dalla Corte d'appello di Firenze.

La reazione della difesa - "Valutiamo se presentare ricorso alla Cassazione", ha detto l'avvocato di Guede, Tommaso Pietrocarlo, che ha poi precisato: "La Corte di appello ha ritenuto che tra i due giudicati non ci sia, neppure a livello di progettazione astratta, una contraddittorietà e una incompatibilità". "Quello di Guede - ha sottolineato Sollecito - è unprocedimento che non mi riguarda e del quale non mi occupo.Sulla scena del delitto non ci sono comunque mai stati indizidella presenza di più persone ma solo le tracce di Guede".


COMMENTI