KXIP vs KKR Live Score

L'aggressione è avvenuta nella mattinata dell'8 gennaio, quando il ragazzo, un 24enne disoccupato, ha citofonato alla sua ex chiedendo il permesso di salire nella sua casa, posta nel quartiere di Bordonaro. Il Gip non ha convalidato il fermo dell'indagato perché "non sussiste il pericolo di fuga", ma ha emesso nei suoi confronti un provvedimento cautelare in carcere perché ci sono "gravi indizi di colpevolezza" nei suoi confronti.

La ragazza, ricoverata al Policlinico di Messina, ha subito ustioni sul 13 per cento del corpo ma non è in pericolo di vita.

L'ex fidanzato le da fuoco con la benzina poi scappa. Il giovane, che è in stato di fermo per tentato omicidio, ha detto al gip che quella sera non era a casa di Ylenia e che, invece, si trovava a casa sua. Non è dello stesso avviso il pm: l'accusa rimane di tentativo di omicidio premeditato aggravato dalla crudeltà. La giovane subito dopo il ricovero alla madre aveva confessato tutt'altro, ovvero che era stato Alessio ad aggredirla, perché lei lo aveva lasciato da qualche mese e lui non voleva accettarlo. Ma la Procura, come apprende l'Adnkronos, avrebbe depositato "nuovi elementi a carico del ragazzo".

Ma la ragazza continua a ribadire l'innocenza del suo ex. Alessio Mantineo stamattina si è presentato in Questura, accompagnato dal suo legale, l'avvocato Salvatore Silvestro.

Al momento Ylenia lo difende ancora: dopo un giorno di apertura, la ragazza ha scelto di chiudersi nel silenzio. "Ti amo". Poi tra i giovani è arrivata la rottura. "Le ustioni si sono stabilizzate", ha riferito Francesco Stagno D'Alcontres, primario del reparto di Chirurgia plastica del Policlinico. I sanitari sono ottimisti. Ma le sue versioni sono contraddittorie, specialmente nella descrizione dell'aggressore.

Immediato l'intervento di familiari e vicini di casa, richiamati dalle urla delle vittima, i quali hanno dapprima tentato di spegnere il fuoco e, successivamente, hanno trasportato in ospedale la ragazza. Adesso la giovane, che lavora in una paninoteca insieme all'ex (nella foto sotto), è ricoverata in una stanza sterile del Policlinico di Messina (nella foto in alto) con ustioni sul 60% del corpo.


COMMENTI