KXIP vs KKR Live Score

Il caso del duplice omicidio di Pontelangorino è risolto. Le vittime sono i titolari del ristorante La Greppia di San Giuseppe di Comacchio. Salvatore Vincelli (59 anni) e Nunzia Di Gianni (45 anni), ristoratori di Pontelangorino, in provincia di Ferrara, sono stati ritrovati con il cranio fracassato e un sacchetto di plastica infilato sulla testa.

I due, portati nella caserma dei carabinieri a Comacchio, sono stati interrogati tutta la notte e, alla fine, sono stati arrestati. Nella casa - dove continuano i rilievi della Scientifica - non vi erano segni di effrazioni o forzature alla porta, né ammanchi di soldi, nonostante ve ne fossero. Sembra che il cadavere della donna sia stato trovato vicino al letto mentre quello dell'uomo in un garage, dove forse è stato trascinato dopo il delitto. L'ascia con la quale sono stati massacrati i coniugi, martedì scorso, nella casa di via Fronte Primo Tronco 100/A, e i vestiti insanguinati dei due adolescenti. I due avrebbero usato della plastica per non lasciare tracce di sangue durante lo spostamento dei corpi, con l'intento di depistare le indagini verso una fantomatica rapina in casa. Ai due è stata contestata anche l'aggravante della premeditazione.

Nunzia Di Gianni e Salvatore Vincelli avevano un altro figlio che al momento del delitto era a Torino, dove vive e studia. Ma erano immediatamente emerse contraddizioni e incongruenze nei racconti del minorenne e del suo amico, anch'egli minorenne (compirà 18 anni a settembre), da cui aveva dormito la notte precedente. Il movente del delitto dei coniugi di Ferrara non sarebbe di natura economica, bensì dettato dai forti contrasti tra il ragazzo e i suoi genitori.


COMMENTI