KXIP vs KKR Live Score

"Affronte, con le sue competenze e la sua storia, non potrà che rafforzare i Verdi nel nostro Paese". L'avvocato Lorenzo Borrè, ex m5s e già difensore di alcuni dissidenti, ha ricordato a Grillo che se una violazione del comportamento c'è stata è proprio sua, per il tentativo di passaggio all'Alde, che non condivide i valori fondamentali dei 5 stelle.

(Rimini) Marco Affronte, eurodeputato riminese dei Cinque Stelle, ha lasciato il movimento. L'europarlamentaare Marco Affronte ha infatti deciso di cambiare casacca. "La cosa che piu' mi fa male - ha concluso - e' lasciare i miei colleghi che sono delle persone straordinarie". E' sempre stato in buoni rapporti con il suo corregionale, il sindaco di Parma Federico Pizzarotti con il quale condivide anche molte posizioni ambientaliste: ha più volte espresso pubblicamente rammarico per la vicenda che ha portato Pizzarotti all'uscita dal M5s.

In seguito al terremoto politico provocato dalla decisione del Movimento 5 Stelle di passare dal eurogruppo parlamentare Efdd ai liberali dell'Alde, passaggio inaspettatamente revocato dai vertici del gruppo europeo guidato da Guy Verhofstadt nonostante fosse stato già sottoscritto un pre-accordo con i grillini, frutto di trattative condotte da una delegazione per mesi, l'eurodeputato del Movimento 5 Stelle Marco Affronte, con un breve post su Facebook, ha dichiarato oggi di essere uscito dal gruppo parlamentare grillino per passare ai Verdi - Alleanza Libera Europea. "Se questo non avverra', con i soldi della sanzione, che gli sara' notificata non appena saranno svolte le procedure burocratiche, aiuteremo i terremotati delle Marche e dell'Umbria". Un impegno che lo ha anche tenuto lontano dalle polemiche interne al Movimento 5 Stelle. Si parla in particolare di un possibile approdo di Dario Tamburrano, da sempre a favore di un ingresso nei Verdi. "Siamo nello stesso gruppo che ci ha dato sempre una reale e piena autonomia di voto, di pensiero e di direzioni politiche: Efdd". Speriamo di non avere altri intoppi.


COMMENTI